Yoga e Biopsicologia Applicata

Per una piena comprensione di quanto segue consigliamo di visitare la pagina dell’Istituto di BioPsicologia
e del modello applicativo proposto; la  premessa alla sezione Aree Professionali,
nonchè gli articoli sulla Biospicologia e il programma deI corsi.

Chi pratica Yoga da tempo e soprattutto chi lo insegna sa bene come gli effetti delle asana, del pranayama, dei bhanda, dello yoga Nidra sviluppino cambiamenti tanto negli aspetti somatici, osteomuscolari e viscerali, quanto in quelli psichici delle persone. Al centro e responsabile di tali effetti “olistici” dello yoga sappiamo bene come vi sia l’aspetto energetico di fondo: molti insegnanti hanno infatti ben presente nel loro lavoro l’importanza della funzione e della stimolazione dei Chakra e delle Nadi. La spiegazione degli effetti delle varie pratiche e delle corrispondenze tra posizioni, chakra, effetti salutari sui vari organi o malattie viene però rilasciata o appresa tramite un’informazione di tipo cognitivo piuttosto che tramite una pratica ed un percorso in grado di far percepire queste trasformazioni nel contesto esperienziale quotidiano delle persone.

L’insegnamento delle tecniche è poi , quasi sempre, dettato da criteri e prescrizioni “uguali per tutti”

Diversi sono i vantaggi che i nostri corsi intendono offrire a chi pratica o insegna Yoga:

  • Conoscere ed esperire appieno la diretta correlazione tra le strutture anatomiche, gli apparati energetici della conoscenza vedica e le funzioni psichiche corrispondenti
  • Consentire che gli effetti delle varie pratiche dello yoga siano da tutti fruite e comprese non separatamente sul piano cognitivo (teoria) e su quello somatico (pratica) ma realmente integrati e vissuti come elementi trasformatori della vita quotidiana, della fisiologia e della relazione con se stessi e con il mondo
  • Comprendere come a seconda della struttura energetica, posturale e caratteriale di ognuno si possano avere e si debbano prevedere effetti e sviluppi differenti per le varie tipologie di persone
  • Conoscere e poter interagire con le aree conflittuali che sono attive sul piano somatico e/o psichico o che emergono grazie agli sviluppi della pratica dello yoga.
  • Non ultimo, avere più strumenti a disposizione, di tipo manuale, verbale ed esperienziale diretto di cui disporre per poter sviluppare un percorso meglio centrato e finalizzato alle varie persone rispetto ad una “ricetta” di esecuzione o didattica uguale per tutti.
  • Diventare facilitatori e figure di riferimento di un benessere globale delle persone, della loro capacità evolutiva e di una tutela integrata della propria salute

Contattaci
oppure rispondi a questa pagina per ulteriori specifiche sulle tue eventuali aspettative!!