citazioni e aforismi

Per una piena comprensione del messaggio prima leggi
Citazioni ed Aforismi – PREMESSA e FINALITA’

.

“Ogni parte ha inclinazione di ricongiugnersi al suo tutto per fuggire dalla sua imperfezione. L’anima desidera stare col suo corpo, perché, sanza gli strumenti organici di tal corpo, nulla può operare né sentire.”

Leonardo da Vinci (1452-1519)

La nostra sensualità è fondata sulla natura, sulla compassione e sulla grazia. Nella nostra sensualità c’è Dio, che è il mezzo per cui la nostr sostanza e la nostra sensualità sono unite insieme e non sono mai separate”.

Giuliana di Norwich (1342-1416)

“Tra corpo e anima vige un rapporto materia-forma, come se l’anima fosse la vera forma del corpo. Chiedersi se corpo e anima siano la stessa cosa è una domanda priva di senso: è come domandarsi se sono la stessa cosa la cera e la forma della candela.”

Aristotele (384 a.c.- 322 a.c.)

“Adorare un  dio che sta al di fuori di sé fa perdere l’anima”

Carl Gustav Jung (1875-1961)

“In  principio c’era l’Energia Creativa: …era con Dio…era Dio…era nel mondo che essa aveva creato…a tutti coloro che l’anno accolta essa ha dato il potere di diventare figli e figlie di Dio…L’energia Creativa si è fatta carne”

Vangelo di Giovanni, cap 1

“Non muovere mai l’anima senza il corpo, né il corpo senza l’anima, affinché difendendosi l’uno con l’altra, queste due parti mantengano il loro equilibrio e la loro salute.”                   

 Platone (428 a.c.-348 a.c.)

 

“Amate una ragazza con tutto il vostro cuore e baciatela sulla bocca. Allora il tempo si fermerà e lo spazio cesserà di esistere
(citato in J. Mehra, H. Rechenberg, The Historical Development of Quantum Theory, 2000)“

Erwin Schrödinger (1887-1961)

“L’anima ama il corpo”

 Meister Eckart (1260-1328)

 

“Cercare felicità all’esterno di noi stessi è come cercare di prendere al laccio una nuvola. La felicità non è una cosa della mente. Dev’essere vissuta”

Paramahansa Yogananda (1893-1952)

“La comune divisione del mondo in soggetto e oggetto, mondo interno e mondo esterno, corpo ne anima si rivela inadeguata e ci crea delle difficoltà”

Werner Heisemberg (1901-1976)

 “La fede si trova sotto il capezzolo sinistro”

Martin Lutero (1483-1546)

 “La maggior parte delle proposizioni e dei problemi filosofici non sono falsi, sono semplicemente privi di senso”.

Wittgenstein (1889-1961)

“La natura dell’anima non vive se non ha un corpo.”

Lucrezio  (94a.c.-50a.c.)

 

“Acquista padronanza dei tuoi sensi, di ciò che gusti e odori, di ciò che vedi, di ciò che senti.
In ogni circostanza sii padrone di quel che fai, di quel che dici e di quel che pensi.
Sii libero.
Sei calmo? Cheta il corpo, placa la mente.
Sforzati di stare sveglio, osserva te stesso e vivi con gioia.
Segui la verità della via. Rifletti su  essa.
Falla tua. Vivila. Ti sosterrà sempre.”
Buddha

“ E’ il cuore a sentire Dio, non la ragione”

Pascal (1623-1662)

“Le malattie che sfuggono al cuore, divorano il corpo.”

Ippocrate di Coo (460-370)

“Quando amiamo, amiamo con il corpo,
amiamo con la carne, amiamo con gli occhi,
amiamo accarezzare, amiamo baciare
con le labbra di un bambino.
L’Amore ci fa camminare.
L’Amore ci fa correre.
L’ Amore ci passa attraverso
i piedi, le mani, il corpo intero.
Il corpo vi partecipa in un tutt’uno

 Suor Emanuelle del Cairo (1908-2008)

 

“Conoscere immediatamente, o intuitivamente, significa realizzare l’identità tra contenuto mentale e oggetto”

 William James (1842-1910)

 

“la verità, che deve essere una, è imprigionata nelle contraddizioni. L’uomo è incapace di capire dove si trova perché a partire da un mondo solo ne ha creati due”

L.L. Whyte ( biofisico) (1896-1972)

 

“ …Gli dissero: potremo allora, come bambini, entrare nel Regno dei Cieli? Gesù rispose: quando di due farete uno….quando renderete il sopra come il sotto, e farete del maschio e della femmina un solo essere…allora entrerete ( nel Regno dei Cieli)”

 Vangelo di San Tommaso

 

L’ uomo non ha un corpo separato dall’ anima.
Quello che chiamiamo corpo è la parte dell’anima
che si distingue per i suoi cinque sensi.”

William Blake (1757-1827)

 

“Chiunque sia seriamente impegnato nella ricerca della scienza si convince che un qualche spirito, molto superiore a quello dell’uomo, è manifesto nelle leggi dell’universo. In questa prospettiva la ricerca della scienza conduce ad un sentimento religioso di tipo particolare, sicuramente assai diverso dalla religiosità di qualcuno più ingenuo”

Albert Einstein (1879-1955)

 

“La fede è qualcosa di assolutamente individuale, e non possiamo e non dobbiamo istituzionalizzarla. Se lo facciamo diventa una cosa morta, cristallizzata; diventa un credo, una setta, una religione che viene imposta ad altri”
Krishnamurti (1895-1986)

 

 

“L’anima e il corpo sono una sola e unica cosa.”

 Baruch Spinoza (1632-1667)

 

“Oppure, si mediti su qualsiasi cosa si adatti a voi naturalmente. (I, 39)“
Patañjali

“O si pensa, o si crede”
Arthur Schopenhauer

 

Ciò che trovi ora è tutto ciò che puoi trovare
Kabir

 

GIOIRE PER LA GIOIA DI UN’ALTRA PERSONA E’ COME ESSERE IN PARADISO
(MEISTER ECKHART )

 

E’ IL CUORE A SENTIRE DIO, NON LA RAGIONE
(B. PASCAL)

 

“La maggior parte delle proposizioni e dei problemi filosofici non sono falsi, sono semplicemente privi di senso”.
Wittgenstein

 

Soggetto e Oggetto sono una sola cosa.
Erwin Schroedinger

 

L’ULTIMO PASSO DELLA RAGIONE E’ RICONOSCERE CHE C’E’ UNA INFINITA’ DI COSE CHE LA SUPERANO
(B. PASCAL)

 

L’uomo può realizzare delle cose stupefacenti se queste hanno un senso per lui.”
Jung

 

Tutto ciò che degli altri ci irrita può portarci alla comprensione di noi stessi.
Jung

“Oppure, si mediti su qualsiasi cosa si adatti a voi naturalmente. (I, 39)“
Patañjali

 

Quando l’uomo comune capisce diventa saggio, quando il saggio capisce diventa un uomo comune.
Aforisma zen

Quello che non vedi con i tuoi occhi non inventarlo con la lingua.
Aforisma ebraico

 

La gente fa i piani e Dio ride.

 

Io chiamo religioso colui che comprende la sofferenza degli altri.
(Mahatma Gandhi)

 

Quando noi consideriamo una realtà animata (animale o umana) da un punto di vista o da uno schema di riferimento puramente esterno, senza sforzarci di capirla dall’interno per via empatica, noi la riduciamo allo stato di oggetto
(Carl Rogers)

 

Il mio io totale, la mia intera individualità, la mia entità, la quale è unica come lo sono le mie impronte digitali, non può mai essere pienamente compresa, neppure per via empatica, perché non vi sono due esseri umani identici.
(Erich Fromm)

 

La coscienza è l’ultima e la più tardiva evoluzione della vita organica, e di conseguenza è ciò che vi è di meno compiuto e più fragile.
(Friedrich Nietzsche)

 

“O si pensa o si crede”
Arthur Schopenhauer

 

La fede cosciente è libertà. La fede istintiva è schiavitù. La fede meccanica è follia.
(GI Gurdjieff)

 

La fede è uno stato mentale che può essere indotto, o creato, da affermazioni o istruzioni ripetute al proprio subconscio, attraverso il principio dell’autosuggestione.
(Napoleon Hil)

 

“La natura dell’anima non vive se non ha un corpo.”
Lucrezio

 

“Dove lo spirito soffre, anche il corpo soffre.
Paracelso

 

“Lo spazio trapassa nel tempo come il corpo nell’anima.”
Novalis

1 Comment

  1. bernardino damonti

    Da non addetto ai lavori(non teologo né filosofo né esperto di branche della scienza)faccio qualche riflessione
    Innanzitutto bell’articolo che riassume i dati rilevanti per la discussione.Ho sempre qualche problema con termini come spirito/mente come entità immateriali,che si ha la tendenza a dare per scontati.Anche negli aforismi dei pensatori famosi si mescolano concetti come mente e corpo in modo molto disinvolto senza un chiaro di tentativo di analisi di cosa sono e soprattutto di come interagiscono. Per sgomberare il campo da equivoci credo che bisogna una volta per tutte precisare cosa si intende con immateriale.Vuol dire che pensare,provare emozioni(cio che rientra nel concetto di attività della mente)sono processi totalmente distaccati dalle leggi che regolano la materia,quelle della fisica(quindi l’attività cerebrale quantificabili in modo preciso,esprimibili in watt per capirci)o detto in altri termini che pensare é a costo energetico zero?(avremmo scoperto il perpetuum mobile) È una questione cruciale che esige spiegazioni pena il rischio che la cosiddetta mente/spirito siano concetti che poggiano su basi molto vacillanti per non dire costruiti sul nulla che ben difficilmente supererebbero il test del rasoio ci Occam.Senza una spiegazione la cosiddetta mente é fino a prova de contrario solo il risultato dell’attività cerebrale(come lo é quello di muovere un braccio semplicemente più complicato )e siamo in un monismo materiale(governato dalla leggi della fisica)che malgrado i tentativi più o meno sofisticati di superarlo monismo rimane.L’alternativa é una posizione dualistica ma quello del rapporto materia-mente cosi viene solo spostato e 400 anni dopo Cartesio dovremmo cercarci di nuova una ghiandola pineale che permetta di reggere il tutto.Un esercizio disperato e francamente non vedo come se ne possa uscire.
    Spero di aver cosi espresso in modo chiaro il mio punto di vista che essere una spunto per ulteriori discussioni.Ringrazio

    Reply

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *