Video: protoplasma, pulsazione e ri-sincronizzazione

download.jpg seifrizQuesto video, edito dal prof William Seifriz, Professor of Botany, University of Pennsylvania, nel 1950 e conosciuto soprattutto per merito di alcune scuole di Biodinamica Craniosacrale a testimonianza della manifestazione e delle proprietà della Long Tide ( marea lunga) è una delle documentazioni più evidenti dell’esistenza di un ritmo di espansione e contrazione intrinseco alla vita e “trascendente” rispetto a quel che siamo soliti considerare legato ad effetti lineari, continui e “locali” ( vedi articoli su “coscienza e fisica quantistica”). Il filmato descrive gli esperimenti condotti da Seifriz su una matrice protoplasmatica di Physarum Polycephalum, una muffa tipica di ambienti paludosi. Sottoposto a vari tipi di shock chimici, elettrici e anestetici il protoplasma, quando non viene distrutto dall’aggressione, mostra invariabilmente un arresto del movimento di pulsazione intrinseca.

La sconcertante scoperta di Seifriz è che, nel momento in cui il flusso riprende, la distribuzione delle sostanze circolanti riprende dalla fase in cui si sarebbe trovata se nulla fosse accaduto. Nelle parole dell’autore:

‘The rhythmic forces in protoplasm are even more basic than the flow’

 ‘The rhythm has continued underneath, so to speak, even though the protoplasm has been asleep, there is still something going on. We must be very close indeed to the question ‘What is Life?’ ‘

Una informazione estrinseca a quanto accade sul piano della continuità e  secondo una logica deterministica viene memorizzata e trasmessa sviluppando effetti sugli eventi possibili della stessa materia. La sincronizzazione degli eventi descritti nell’esperimento potrebbe costituire un altro esempio di eventi non locali descritti dalla fisica quantisctica.

La parte del filmato (26 minuti) che ci interessa più da vicino va dal minuto 1.40 al minuto 9.15; il resto riguarda vari altri tipi di shock utilizzati negli esperimenti.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *